L’hub in cui Architetti, Designer e Brand in cerca di ispirazioni e opportunità si incontrano per lavorare e fare networking

31/03/2016 – LIVE, WORK, DESIGN. Nel cuore pulsante della nuova Tortona, tra arte, moda, design e business, apre Archiproducts Milano, il primo hub di co-net-working dedicato al design. L’appuntamento con l’inaugurazione dello spazio è l’11 aprile, nella giornata di apertura della Milano Design Week, che offrirà una preview di quanto accadrà nel nuovo spazio permanente di Archiproducts.

Un passaggio importante, dal virtuale al reale, che porta tuttavia con sé la logica di condivisione e networking propria del web: Archiproducts Milano è uno spazio in cui architetti, designer e brand trovano ispirazioni, colgono opportunità, esplorano nuove sinergie, condividono le conoscenze e fanno networking. Senza rinunciare al relax optando anche per una pausa caffè in un luogo che ti invita a restare!

Nella speciale cornice di un grande e luminoso appartamento di inizio secolo, in un’atmosfera che oscilla tra il fermento della Berlino underground e il fascino della Parigi chic, Archiproducts disegna una grande casa in cui poter lavorare, o un accogliente workplace dove sentirsi a casa.

Gli spazi sono progettati e arredati con la collaborazione di brand internazionali, che hanno scelto Archiproducts Milano come touch point delle loro collezioni e luogo di co-net-working.

Il percorso inizia dal piano terra, con accesso diretto da via Tortona, al numero 31. Qui i visitatori sono accolti dallo staff di Archiproducts e colgono le prime anticipazioni attraverso lo storytelling cui questo spazio è dedicato.

j_51124_12

Su questo stesso piano, una stanza completamente pavimentata in tessuto Tatami Graphic Etch di Liuni in versione black ospita l’isola acustica in feltro di lana Wave di Hey-Sign.

j_51124_13

Si prosegue quindi per il primo piano, che dà accesso a due aree differenti. Da un lato un’installazione dedicata alla collezione Leaf di Ton ed un ulteriore spazio dove provare la tecnologia touch della serie domotica Sense di Vitrum Design.

j_51124_20

Dall’altro lato si accede ad un terrazzino arredato da Ethimo con la collezione Knit di Patrick Norguet, allestita sul tappeto di erba Roofingreene illuminato da Vibia con June, la serie di lampade a sospensione su cavi che ricrea l’atmosfera di ritrovo e allegria delle feste di paese.

j_51124_03

La terrazza dà accesso ad uno spazio di 400mq dove vivere, lavorare e muoversi tra gli arredi dei partner internazionali. Si può scegliere una postazione di lavoro al tavolo Rough di NORR11, riunirsi per un meeting attorno ai tavoli 25 di Fattorini Rizzini e Clay di Marc Krusin per Desalto, illuminati dalla nuovissima collezione North in fibra di carbonio disegnata da Arik Levy per Vibia.

j_51124_11

j_51124_07

Si può trovare concentrazione nello spazio disegnato da Dieffebi con i sistemi modulati Dot Box di Hangar Design, dove il comfort acustico è assicurato dai pannelli fonoassorbenti in pelle e cuoio riciclati di Buxkin e le sedute portano la firma di Patrick Norguet per Kristalia.

j_51124_06

j_51124_23

Ma si può parlare di lavoro anche comodamente seduti sul divano New York Suite di Saba Italia o sulla Man lounge chair di NORR11.

j_51124_08

E magari concedersi una pausa caffè, offerto da Archiproducts in collaborazione con Nespresso, godendo del piacevole clima primaverile sul terrazzino arredato con la nuovissima collezione Grace per l’outdoor di Saba Italia.

Ma spazi per il relax non mancano anche all’interno, con la panca ‘softer than steel’ firmata da Nendo per Desalto, la poltrona Mammoth di NORR11, o la saletta caffè.

j_51124_22

Ogni sera durante il Fuorisalone, sono in programma gli aperitivi Archiproducts+Umami. Suggestioni di gusto, olfatto e scena firmate dallo chef pugliese Felice Sgarra, la più giovane Stella Michelin d’Italia, ed il suo team Umami. A servire il team Umami é Alpes Inox, che porta ad Archiproducts Milano la cucina 250 in acciaio.

j_51124_21

j_51124_05

Qui trovano spazio la collezione iittala X Issey Miyake, l’edizione limitata di piatti in ceramica disegnata da Kiasmo per Archiproducts, ed una composizione di leggerissime e piccole catene in alluminio realizzata con la collezione Luxury di KriskaDecor.

j_51124_16

I segnapassi in cemento Ghost di Marc Sadler e le lampade da parete in teak Skill Wood di Matteo Thun, entrambi disegnati per Simes, illuminano un’area all’esterno, allestita dentro il cortile di Opificio 31.

j_51124_14

Sono inoltre previsti due importanti eventi satellite, promossi da Stellar Works, con progetto e direzione artistica di Neri&Hu, a Officina 2 sempre in via Tortona 31, e Royal Botania con il lancio di Nara, la collezione di arredi outdoor firmata Louis Benech, in via Savona 43. Tutti brand che contribuiscono a portare ispirazioni e idee interessanti per la nascita di nuovi progetti e sinergie.

j_51124_15j_51124_17

Conclusa la settimana milanese del design, lo spazio di Tortona 31 sarà anche sede della redazione di Archiproducts; ospiterà Sayduck, startup specializzata in realtà aumentata, e l’Accademia “Rethink the daylight” di Velux.

Archiproducts Milano dà anche il via a nuove collaborazioni. Con Elle Decor Italia, che farà di questo luogo un touchpoint condiviso per eventi, mostre e happenings. Con il team di Milano Space Makers, gruppo di riferimento per lo scouting e la gestione delle location più belle di Zona Tortona, oltre che motore del rinnovamento culturale della zona. E ancora con BASE Milano e MUDEC STORE, che si collegano ad Archiproducts Milano come cluster specializzato di settore per alcune attività.

Tante sinergie per creare sistema e fare rete in un distretto di Milano, la nuova Zona Tortona, che sorprenderà per la sua capacità di attrarre energie creative!

Segui lo speciale Archiproducts Milan Design Week

Tags: