Per il WHITE Show 2019, Archiproducts Milano si trasforma in Contemporary Window, vetrina e luogo di incontro tra brand e retailer 

Ad Archiproducts Milano torna l’appuntamento con WHITE Show e le tendenze del womenswear globale. Dal 19 al 22 Settembre, Tortona 31 ritorna tra le quattro location ufficiali della manifestazione e si prepara ad ospitare una selezione di brand internazionali – tra cui il progetto espositivo Contemporary Window e l’installazione firmata Boyish, il marchio californiano del denim sostenibile.

Con 550 marchi (+4% rispetto al 2018), 27mila visitatori previsti e una superficie espositiva di 23mila mq, WHITE Show si conferma il marketplace ideale per i più influenti player internazionali del womenswear che ogni anno gravitano attorno al Tortona Design district per stabilire nuove connessioni. La formula vincente dell’evento è da sempre l’offerta buyer-oriented: un melting pot di brand globali selezionati accuratamente per portare in scena il meglio del panorama attuale del fashion.

                 

Credits: WHITE Show

> Scopri di più su WHITE Show 2019

 

Contemporary Window ad Archiproducts Milano

Gli spazi di via Tortona 31 ospitano Contemporary Window, il nuovo format espositivo dalla formula cross connection realizzato in collaborazione con WHITE, Camera Buyer Italia e Regione Lombardia, con Lampoon in qualità di media partner. Lo scopo del progetto è promuovere la sinergia tra brand e top retailer del territorio lombardo, accogliendo nelle stanze di Archiproducts Milano 13 buyer selezionati dalla CBI, tra cui Banner (Milano) con Bethany Williams, Base Blu (Varese) con Area, Bernardelli (Mantova) con Jejia, Biffi (Milano) che presenta Eudon Choi, Cose (Cremona) con MCLXX Street Couture, Il Sellaio (Casatenovo) con Rotate, Lattuada (San Vittore Olona) e Ganni, LungoLivigno (Livigno) e Alanui, Mantovani (Carate Brianza) con Saloni, Penelope (Brescia) con Natasha Zinko, Rail (Brescia) che presenta Marine Serre, Tony Boutique (Magenta) con Stand e Tessabit (Como) assieme a Monse.

 

Le vetrine della location diventano le cornici di un percorso emozionale che racconta il mondo retail e l’heritage dei brand con l’aiuto di outfit e installazioni multimediali. Il primo piano, invece, si trasforma in luogo di incontro e networking, dove convergono e si confrontano top buyer italiani e internazionali e gli esponenti della stampa di tutto il mondo.

 

Il denim cruelty free di Boyish

Il nuovo setting di Archiproducts Milano fa da sfondo all’installazione di Boyish, il brand di Los Angeles ideato da Jordan Nodarse scelto da WHITE come Special Project e protagonista del progetto Showroom Connection @WHITE. Il marchio di moda californiano presenta una collezione primavera/estate 2020 ispirata ai colori della Terra, con silhouette dal sapore vintage che dialogano con dettagli moderni e funzionali. Una selezione di jumpsuit e sahariane dal mood safari, realizzate nel pieno rispetto dell’ambiente e secondo processi ecologici e cruelty free, come richiesto dalle rigide politiche di produzione sostenibile del brand.

                           

 

 

> Scopri tutti i brand di womenswear esposti ad Archiproducts Milano dal 19 al 22 Settembre