Ad Archiproducts Milano un inedito concept di casa connessa ed interattiva

 

04/04/2019 – La ricerca estetica di Marcante Testa  e l’esperienza tecnologica di BTicino  si incontrano in un inedito progetto di interior che racconta un nuovo concept di casa: è Living Now Apartment, lo spazio connesso ed interattivo presentato durante la Milano Design Week 2019 negli spazi di Archiproducts Milano in via Tortona 31.

Living Now Apartment è il concept abitativo con tutti i comfort della Smart Home, raccontato attraverso due stanze, due spazi domestici differenti in termini di linguaggio e di cromatismi, dove funzioni connesse sono integrate secondo un concetto di abitabilità serena e accessibile.

L’allestimento si configura attraverso uno spazio in cui la nuova linea di comandi Living Now  è in totale armonia con un contesto architettonico composto da mix-match materici, di arredi, luce, forme e riferimenti ad epoche diverse, in puro stile Marcante Testa.

Punto di partenza è stato individuare il rapporto tra lo spazio esistente e un nuovo concept di home living: per un progetto che si inserisce in un contesto preesistente, la ricerca di identità inizia dalla rilettura del rapporto fra struttura esistente e nuovo allestimento, “riportando il “Genius Loci” all’interno del progetto, nella casa.” come raccontano Andrea Marcante e Adelaide Testa.

Cornici e boiserie, materiale ceramico e colori, creano un involucro nell’involucro: Marcante Testa mette così in dialogo lo spazio esistente con la tecnologia domotica accostando fra loro arredi, lampade e materia, giocando con codici e linguaggi all’apparenza in contraddizione e tra loro diversi.

“Alla base del progetto c’è un’idea di casa contemporanea in cui il comfort avviene anche attraverso la riconoscibilità di elementi del passato. Non a caso percepiamo una forma di benessere quando ci troviamo ad occupare spazi con riferimenti a tempi e tradizioni passate, poiché nell’abitare ricerchiamo sempre una componente di tipo simbolico-spirituale e non solo tecnico-funzionale che ci riporti alla nostra famiglia di origine, alla storia della città dove stiamo vivendo”, spiega Andrea Marcante.

Un dualismo contrastante che dà valore ad una nuova esperienza abitativa, una vera e propria infrastruttura tecnologica ed evoluta che si inserisce in un ambiente dove si riconosce l’analogia e la familiarità del ‘temps retrouvé‘: “alla rigidità della casa ridicolmente ipermoderna e fintamente ipertecnologica della famiglia Arpel nel film “Mon Oncle” di Jacques Tati abbiamo preferito l’umanità morbida di “Monsieur Hulot” associata ad una tecnologia soft che possa migliorare anche le relazioni all’interno dello spazio domestico.” conclude Andrea Marcante.

Il risultato è uno scenario recondito e immaginario, che altro non è che l’estensione di una dimensione più intima e personale.

Realizzata da BTicino in collaborazione con Netatmo, la linea Living Now è tradizionale e connessa, concepita per nuove esperienze d’uso. Grazie alla connessione wi-fi, permette di gestire anche da remoto luci, tapparelle, energia, tramite l’App Home + Control. Il sistema è in grado di essere attivato anche tramite comando vocale, attraverso gli smart speaker di Amazon, Apple e Google.

Oltre a Living Now, altri dispositivi di Bticino completano gli spazi di Archiproducts Milano, tra cui il videocitofono connesso Classe 300X e il termostato connesso Smarther che, grazie all’App Thermostat, permette di controllare e programmare la temperatura ambiente ovunque e in qualsiasi momento, ottimizzando al massimo il riscaldamento domestico.