Archiproducts e Paolo Stella, insieme per le capsule collection @suonareStella

Proposte in edizione limitata, le collezioni saranno vendute in esclusiva su Archiproducts e sul nuovo e-shop @suonareStella 

Paolo Stella sceglie Archiproducts come partner commerciale per la vendita in esclusiva delle capsule collection del progetto @suonareStella che verranno lanciate da settembre: si tratta di oggetti d’arredo e complementi disegnati o ispirati dal talent e realizzati in limited edition grazie alla collaborazione con i più prestigiosi brand del design contemporaneo. 

Con @suonareStella, Paolo Stella ha rivoluzionato le logiche del racconto sull’arredo, trasformando gli ambienti della sua dimora milanese nel palcoscenico ideale per raccontare il design. Gli oggetti selezionati escono dalla dimensione anonima dello showroom per animarsi nella dimora dell’influencer, per essere vissuti e accompagnare le sue giornate, per interpretare le scenografie dei suoi post, per diventare contenuti digitali accessibili a un vasto pubblico. 

Oggi, accanto alle installazioni temporanee, @suonareStella diventa anche un hub creativo in cui far circolare le idee, in cui prendono forma piccole collezioni d’arredo che il talent racconterà ai suoi 430mila follower di Instagram (@paolostella e @suonarestella), raggiungendo tutti coloro che desiderano scoprire nuovi stili progettuali. La casa di Paolo Stella diventa luogo di incontro e di scambio sui temi dell’abitare.

@suonareStella è il nuovo format per comunicare il design che risponde perfettamente all’evolversi dell’esperienza digitale, di cui Archiproducts è protagonista indiscusso. Il team del più grande motore di ricerca sul design e portale di shopping, infatti, ha accolto con entusiasmo il concept diventando main partner del progetto. “È quello che facciamo da tanti anni, – ha raccontato Enzo Maiorano, co-founder e art director di Archiproductsportiamo il design nelle case di tutto il mondo. Arrediamo spazi di ogni tipo e stile, affinché tutti possano vivere circondati dai prodotti che amano, che si tratti di icone o di nuovi brand emergenti.” 

“Ci siamo incontrati, ci siamo piaciuti, abbiamo progettato un futuro insieme. Io ed Enzo Maiorano abbiamo sicuramente una cosa in comune: la voglia di non porci limiti e di pensare in grande. Infatti, da settembre presenteremo una serie di collaborazioni e di capsul collection di cui andiamo molto fieri”, ha dichiarato Paolo Stella, creative director di @suonareStella

Svincolandosi dal concetto di esposizione, @suonareStella abbraccia il tema della convivialità tipico della contemporaneità: gli ambienti dell’abitare si trasformano in spazi emozionali in cui la bellezza dei prodotti di interior design incontra la quotidianità per creare qualcosa di unico. In questo contesto di condivisione è nata anche la collaborazione fra Paolo Stella e Archiptoducts.

“Siamo felici di far parte di questo nuovo progetto e siamo pronti a supportarlo completamente”, ha aggiunto Enzo Maiorano. Infatti, l’e-commerce di Archiproducts non solo sarà rivenditore esclusivo delle capsule collection @suonareStella ma si occuperà anche di fornire a Paolo Stella gli strumenti necessari per lanciare il proprio shop online. Verrà, infatti, inaugurata a breve anche una piattaforma e-commerce a marchio e sul sito @suonareStella usando la tecnologia Daloom, il software di Archiproducts che permette in pochi click di aprire uno showroom virtuale di design.

@archiproducts_milano @suonarestella @paolostella

Paolo Castelli ad Archiproducts Milano: Design tra arte, etica e sostenibilità

Ad Archiproducts Milano, il team di Paolo Castelli ha incontrato gli Ambassador per raccontare loro di un percorso iniziato oltre 140 anni fa. Una storia, un modo di fare e di pensare l’arredo.
Durante l’evento, gli Architetti e gli Interior Designer del programma trade di Archiproducts hanno potuto immergersi nel racconto della filosofia di Paolo Castelli e conoscere meglio il percorso progettuale delle linee di arredo Inspiration, Greenkiss e Morandi Collection.


L’incontro ha rappresentato un momento di cui tutti sono stati protagonisti. Ogni partecipante ha raccontato le proprie esperienze, il proprio approccio alla progettazione, in uno scambio che si è rivelato un momento di arricchimento per tutti.

Questo primo incontro – preludio di una serie – è stato un momento importante, che ha dimostrato ulteriormente come per Paolo Castelli il dialogo e il confronto con i progettisti siano uno dei tratti distintivi dell’azienda.

Archiproducts Milano 2021: Future Habit(at)

In un mondo post-pandemia tecnologia e ‘cocoon’ costruiscono gli spazi dell’abitare

Work in progress per il nuovo layout di Archiproducts Milano! Lo spazio di via Tortona 31 si prepara a presentare il nuovo progetto di allestimento dal tema “Future Habit(at)”. Frutto della collaborazione con lo Studio Salaris, il progetto dell’edizione 2021 vede la partecipazione di oltre 60 brand internazionali, tutti entusiasti e pronti a ripartire dopo un anno estremamente faticoso. Le porte saranno nuovamente aperte al pubblico entro il mese di aprile.

In un mondo post-pandemia, in cui il confine tra casa e spazio di lavoro si dissolve, come può l’interior design definire il “nuovo normale” e costruire l’abitare del futuro? Future Habit(at) mette in scena una nuova interpretazione dell’abitare, dove le parole chiave sono tecnologia, sempre più silenziosa e spoglia delle interfacce tradizionali, per migliorare il nostro modo di vivere e lavorare, e spazi cocoon come occasioni di intimità negli spazi comuni.

La presentazione ufficiale del layout Archiproducts Milano 2021 è in programma nelle prossime settimane, nell’ambito di un rinnovato calendario che non è più necessariamente scandito dai grandi eventi del design. Se negli anni passati era la settimana milanese del design a scandire i tempi di inaugurazione e presentazione ufficiale dello spazio di via Tortona al pubblico, oggi ci troviamo di fronte ad uno scenario differente. Gli stop intermittenti che nell’ultimo anno sono stati causati dall’emergenza Covid 19 ci conducono ad una nuova modalità organizzativa, che si fa più rispettosa dei tempi e delle esigenze particolari di ogni singola azienda, all’interno di precisi e individuali percorsi di ricerca e sviluppo. Rispetto al passato, crediamo oggi nella preziosità di eventi più specifici, che abbiano come driver principale la qualità del tempo e la tipologia degli incontri, anche con numeri ridotti di partecipanti ma supportati da una strategia digitale collegata. L’edizione 2021 di Archiproducts Milano prende il via da questa nuova prospettiva.

Spazi ‘cocoon’. L’abitare si presta a nuove interpretazioni, tra intimità e condivisione
In un momento in cui viene meno il confine tra casa e spazio di lavoro, si modifica anche il design. In un mondo post-pandemia il design acquisisce un ruolo centrale nella definizione del “nuovo normale”. Se la casa si è trasformata in home office, l’ufficio – dove oramai tutti non vediamo l’ora di tornare – diventa un luogo ibrido, dove le scrivanie lasciano spazio a nuove aree pensate per la condivisione, che in questo momento ci manca come l’aria. Nella progettazione degli spazi del futuro l’obiettivo non è dunque solo distanziarci dagli altri, ma condividere lo spazio in modo nuovo.

Ad Archiproducts Milano questo modo nuovo si traduce in elementi ibridi di aggregazione, cucine che diventano tavoli coworking, pareti abitabili e spazi cocoon.

Il termine inglese cocoon significa bozzolo, mentre il verbo si traduce in coccolare, proteggere: i ‘cocoon’ sono spazi dove ritrovare la propria intimità nei luoghi pubblici.
Tutte le stanze del building di via Tortona accolgono dei ‘cocoon’, che si traducono in archi abitabili – che ospitano uomini e tecnologia – oblò interattivi con cuffie e tablet, rivestimenti a parete che diventano architetture abitabili, e isole ufficio negli ambienti più ampi.

Gli archi abitabili diventano anche simbolo grafico della nuova facciata realizzata con catenelle in alluminio anodizzato.

La tecnologia si dematerializza
La rinnovata attenzione agli ambienti che viviamo e il “salto” tecnologico e digitale verso cui il covid-19 ci ha spinti portano oggi ad apprezzare ancor più che in passato una casa smart. L’ottimizzazione di illuminazione, clima o sicurezza contribuisce senza dubbio ad un sempre più auspicato miglioramento della nostra quotidianità.

In che modo oggi la casa intelligente può prendersi cura di noi? E come l’interior design può includere nel suo linguaggio la continua e veloce evoluzione degli strumenti digitali, al fine di renderli umani e non impattanti, e creare spazi in cui l’uomo possa vivere e lavorare interagendo naturalmente con la tecnologia?

Nello Smart Apartment ospitato negli spazi di Archiproducts Milano si può fare diretta esperienza dell’efficacia di domotica e oggetti smart nell’aiutarci a mantenere la giusta concentrazione e produttività. Come? Permettendoci di impostare timer, promemoria, ritmi che delineano buone abitudini e ci aiutano a mantenerle.

Sempre meno evidente, la tecnologia si dematerializza, spogliandosi delle interfacce tradizionali, per diventare silenziosa e lasciare posto alla creatività e alla sperimentazione nel progetto. Oggetti e materiali sono le nuove interfacce intelligenti tra l’uomo e lo spazio, per vivere e abitare con intelligenza la casa, l’ufficio e la città. Ad Archiproducts Milano si può sostare in oblò interattivi con cuffie e tablet per vivere una nuova esperienza domestica digitale; la cucina diventa intelligente, con frigoriferi e forni smart e piani interattivi; semplici pannelli di legno con display touch diventano interfacce per sistemi domotici.

Archiproducts Milano 2021 è manifesto dell’abitare gli spazi del futuro: un percorso interattivo e multimediale alla scoperta del lato soft della tecnologia e di un rinnovato modo di intendere la condivisione degli spazi, in una ‘nuova normalità’ all’insegna di sostenibilità, estetica e comfort.

Partner

Abitex, Ambientec, Andlight, Astro Lighting, Bedont, BloomBoom, Braun, Bticino, Buzzispace, Cedit – Ceramiche d’Italia, D’Armes, Desalto, Dooor, Econyl, Elmar, Faema, Florim, Framery, Garda, Hobby Flower, Interna8, Kriskadecor, Midgard, Milla&Milli, Netgear – Meural, Novacolor, Olimpia Splendid, Paola Paronetto, Paolo Castelli, RE-volt, Samsung, Scirocco H, Serge Mouille, Silentlab, Slayer, Steininger, Tapis Rouge, Toscanini, True Design, Velux

Technical partner

Arredo Creativo, Alcarol, Centrsvet, Dimensione3, Detale, Dlimit, Flos, Gypsum, Heymat, Italian Converter, Kelly Wreastler X Lee Jofa, Knauf AMF, Linvisibile, La Cimbali, Mui Lab, Noho, Object Carpet, Officinarkitettura, Sarawagi, Strackk, 101 Caffè

Media Partner

Pinterest

Atlantic Stars: la collezione SS21 ad Archiproducts Milano

Archiproducts Milano fa da sfondo allo shooting di WNLab per la collezione Primavera/Estate 2021 di Atlantic Stars

Gli spazi di via Tortona 31 e gli arredi di BuzziSpace accompagnano gli scatti di WNLab e le collezioni Primavera/Estate 2021 di Atlantic Stars, all’insegna di tinte fluo, animalier e cangianti riverberi. Le sneaker si trasformano in caleidoscopiche visioni “urban jungle” che ammiccano al trekking senza dimenticare le icone degli anni ’70 e ’80 che hanno reso Atlantic Star un brand unico nel suo genere, per un concentrato di energia, glam e comfort.

Credits: WNLab + BuzziSpace

Atlantic Stars è un brand innamorato degli anni ’80 fin dalla sua prima sneaker, prodotta a Firenze nel 2014. Sono gli anni della spensieratezza, della speranza e dell’ambizione. Messaggi positivi che Atlantic Stars infonde e trasmette con le sue collezioni in cui colore e comfort sono protagonisti.

                          

                                        

                                           

Boglioli presenta la nuova collezione FW21 negli spazi Archiproducts Milano

Armonia cromatica tra la selezione di arredi di via Tortona 31 e la collezione di abiti Boglioli

Tradizione e innovazione. Questo, il codice genetico della Casa Sartoriale Boglioli: una realtà industriale capace di interpretare “i saperi” dell’arte manifatturiera italiana con spirito avanguardistico e rivoluzionario.

Per la collezione FW21, il brand del fashion sceglie Archiproducts Milano. Il risultato è un allestimento all’insegna dell’armonia dei colori degli arredi esposti nella location e della collezione di abiti Boglioli.

In un momento travagliato e incerto come questo, Boglioli presenta una collezione senza tempo, realizzata a mano in Italia ma rivolta ai clienti di tutto il mondo.

Nella nuova collezione Boglioli c’è la stessa voglia di autenticità che ha caratterizzato gli anni 50 e 60, quando i vestiti erano la massima espressione del proprio modo di essere e il guardaroba rompeva i classici schemi per crearne di nuovi: più liberi, meno convenzionali, con l’utilizzo del colore e suggestioni riprese da lontano.

Colori che spaziano dal verde al crema, dall’antracite al bruciato per toccare anche tonalità più calde come il tabacco e le sfumature dei beige. Immancabili le sofisticate gradazioni dei blu, dall’ottanio fino ad arrivare agli azzurri polvere.

I tessuti sono morbidi e avvolgenti: lane 14 micron, cachemire tinto in capo, velluti, tencel mischiati con lane e con cotoni vengono utilizzati per creare giacche decostruite e impalpabili. Principe di Galles, pied-de-poule, vichy, resche, gessati sono sviluppati su flanelle e shetland, ma vengono lavati e alleggeriti per raggiungere la morbidezza che da sempre contraddistingue il brand. Il tessuto assume piu` di una ‘vita’, utilizzato trasversalmente per creare sia la giacca, che la camicia e i pantaloni.

Una collezione atemporale, progettata con criteri di qualità che la rendono duratura nel tempo, con linee classiche e minimali che ne fanno un passe-partout indispensabile per ogni guardaroba.

Vieni a trovarci in via Tortona 31 e scopri la nostra selezione di prodotti “ready to shop”!

A lezione di Design: IED ad Archiproducts NEXT

IED stringe la collaborazione con Archiproducts Milano per parlare di Design, Moda e Comunicazione.

Mettere in evidenza contenuti culturali utili ad approfondire la situazione attuale e gli sviluppi futuri: è questo il motivo che porta IED e Archiproducts Milano di nuovo insieme, all’interno del palinsesto di Archiproducts NEXT*.

Attraverso una serie di Workshop e Lesson, Giovanni Ottonello, Art Director IED, ha guidato gli studenti in un percorso di approfondimento e ricerca sulle nuove direzioni del Design, del Fashion e della Comunicazione, sulle modalità in cui l’impatto ambientale ha influenzato il modo di vivere e progettare.
Clelia Bergna, Head of career service IED ha approfondito il tema dell’evoluzione delle professioni del settore insieme a illustri ospiti esperti della digital transformation.

Sfoglia la gallery su Flickr

*l’evento e le foto sono antecedenti il DPCM del 24 ottobre 2020

           

Inoltre, alcune studentesse del corso di Interior Styling IED hanno seguito la produzione di uno shooting dal concept allo styling, fino al prodotto finale. Protagonisti del progetto, alcuni degli arredi presenti ad Archiproducts Milano.

L’esercizio era volto alla creazione ex tempore di un set utilizzando i prodotti presenti in via Tortona 31, costruendo il racconto, il concept e il set del progetto. Tutto, sotto la guida dei docenti di Props Styling, Simona Marzoli, e di Principi di Styling, Omar Sartor.

Il vaso Guggenheim, fa parte di una serie di vasi in ceramica scultorea, basati sulla geometria archetipica.

La transizione tra geometria unita, linee nette e sagome sottili crea illusioni ottiche decorative. La trama della superficie fatta a mano cattura magnificamente la luce e diventa un oggetto artistico nello spazio.

L’idea dello scatto nasce dalla reinterpretazione del concetto di Ikebana, ovvero l’arte della disposizione dei fiori recisi legata al mondo del Giappone. Questo concetto è stato espresso attraverso questo scatto, che vuole mettere in risalto il valore e l’essenza dell’oggetto, rendendolo protagonista attraverso il gioco di luci, ombre e trasparenze.

Credits:

Gaia Resi (@ga__ia), Giorgia Formentin (@_fojoy), Tatiana Ponomareva (@tatianaponomareva)

Ph. Omar Sartor

L’idea di questo scatto è quella di ricreare un ambiente dai tratti eterei così da far spiccare, attraverso le trasparenze e le simmetrie, le linee morbide e geometriche degli elementi scelti. Il tutto secondo un rigore dato dall’accordo cromatico di colori complementari. 

Setting:

Tavolino MINI CLAY di Marc Krusin – DESALTO 

Isola acustica BuzziBracks di Alain Gilles – BuzziSpace 

Imbottito in velluto – ONE Mario Sirtori

Credits: 

Karolin Köll (@karolin_koll), Alessia Biasion, (@alessia.biasion ), Valeria Matera (@valeriafailaseria)

Ph. Omar Sartor

Sfoglia la gallery su Flickr

Scatti d’Autunno ad Archiproducts Milano

Tra moda e design, via Tortona 31 fa da sfondo agli shooting di Fratelli Rossetti, Falmec, Chicca Lualdi e Orciani.

Gli spazi di Archiproducts Milano diventano la scenografia che accompagna gli scatti dei colori autunnali della F/W 2020/21 di Fratelli Rossetti, le rotondità di Sophie, la cappa-gioiello firmata Falmec, e le collezioni Orciani e Chicca Lualdi.

La proposta androgina di Fratelli Rossetti

Fratelli Rossetti dedica la collezione Autunno/Inverno 2020/2021 all’audacia: complementarità cromatica e linee marcate rappresentano le parole chiave della nuova proposta con la quale Fratelli Rossetti orienta le scelte mannish invernali.

Sfoglia la gallery su Flickr

Scarpe dal carattere deciso, a incarnare i trend androgini della prossima stagione inverno.
La trasversalità fra collezioni donna e uomo resta uno dei valori più rappresentativi del brand. Il concetto prende forma nel claim “Love Each Side of You”, che invita l’interlocutore ad innamorarsi e ad includere in un unico corpo le proprie due anime: maschile e femminile.

E’ un tema che fa parte del DNA del brand, fin dagli anni ’70 quando Fratelli Rossetti inizia a giocare sulla complementarità dei guardaroba: la calzatura maschile si apre alle sperimentazioni più audaci nelle scelte dei colori, dei pellami, delle lavorazioni, mentre la scarpa femminile diventa sempre più pratica.

     

La proposta per il prossimo inverno punta sull’abbinamento di colori intensi, a tratti complementari, come il rosso e il nero o il giallo e il viola e su un’interessante combinazione di materiali e texture.

     

Cliente – Fratelli Rossetti
Direzione creativa – Motel409
Consulenza artistica – Sergio Colantuoni

Sfoglia la gallery su Flickr

Sophie: la cappa-gioiello di Falmec per Living Kitchen

Sophie è tra i modelli più noti e apprezzati delle proposte Falmec. Il design a “coppa rovesciata” e la doppia funzione di aspirazione e filtrazione, la rendono frutto di un felice abbinamento di tecnologia ed estetica.

In scena ad Archiproducts Milano, Sophie evolve in Sophie Lamp: la cappa che aspira, decora e illumina.

Sfoglia lo speciale Living Kitchen

Archiproducts NEXT, il design torna live durante Milano Design City

Dal 28 settembre al 10 Ottobre 2020 gli spazi di Archiproducts Milano in via Tortona 31 ospitano Archiproducts NEXT, un’occasione di incontro tra professionisti del settore per parlare di scenari contemporanei e futuri del design e dell’architettura.

Il tema è “Future Habit(at)” e sarà affrontato attraverso lesson e talk tenuti da esperti che si alterneranno ai workshop dei Project Days, in due settimane ricche di eventi online e offline.

 

Milano, settembre 2020 – Voluto e pensato da Archiproducts e organizzato con il contributo di Pinterest, IED, UNA PrHub e MiRò Comunicazione, l’evento Archiproducts NEXT si inserisce tra gli appuntamenti imperdibili di Milano Design City, la nuova manifestazione del Comune di Milano che riporta il design “live” per rilanciare la città come punto di riferimento internazionale per la cultura del progetto. Insieme anche a Tortona Rocks  l’intento è quello di far tornare le persone nella zona Tortona grazie a un palinsesto di eventi interessanti.

 

Cos’è Archiprodutcs NEXT 

è il nuovo format Archiproducts Milano, due settimane ricche di eventi online e offline, un’occasione di incontro tra professionisti del settore per parlare di scenari contemporanei e futuri del design e dell’architettura. Il tema di questa prima edizione è “Future Habit(at)”, nuovi spazi per nuove abitudini dove vivere, lavorare, muoversi e relazionarsi. La rivoluzione in atto richiede agli spazi di adattarsi alle nuove abitudini digitali. Le attuali esigenze del mercato impongono agli stakeholder di reagire strategicamente utilizzando tutti i canali e le opportunità del web per incontrarsi. Produttori, Distributori, Rivenditori, Progettisti, Consumer, diventano ora gli attori di un’unica piattaforma internet a disposizione di tutti. Come evolverà il design del futuro?

È questa la grande domanda a cui Archiproducts NEXT cerca di dare risposta, grazie al contributo di grandi esperti del settore che ogni giorno condurranno lesson, talk e workshop su vari aspetti del design.

Contribuiranno istituzioni come IED, UNA PRHub; aziende come Cambium Networks, Sixt, Zero Motorcycles, Alpiq, Trek; influencer come Roberta Borrelli di MAKE YOUR HOME, Carlotta Berta di UNPROGETTOAHPS Associazione Home Personal Shopper; gli architetti del network Ambassador e i nostri esperti sui temi digital marketing insieme a Furnichannel

Durante Archiproducts NEXT sarà lanciata per la prima volta la piattaforma di Daloom, la soluzione digitale ecommerce per i produttori del design. 

Archiproducts Project Days  

Durante le due settimane di evento gli Archiproducts Ambassador saranno a disposizione del pubblico dalle 9.00 alle 18.00 su appuntamento per offrire gratuitamente consulenza su progetti di interior e moodboard, vedere prodotti, cercare ispirazioni e provare novità virtuali per poter dare vita ai propri progetti d’arredo (su appuntamento offline e online). 

Pinterest sarà il partner digital utilizzato come strumento di ispirazione. Ogni giorno ci sarà anche un Instagram report condotto da FORO Studio (13 brand x 13 giorni) con notizie e approfondimenti su brand e prodotti di Archiproducts Shop.

Sarà possibile fare un’esperienza di Immersive Virtual Reality grazie a Visioninterne, il primo studio di interior design in Italia che, con il supporto tecnico di Immensive, permette di vivere in anteprima gli spazi e gli arredi della nuova casa in modo realistico. Attraverso il visore, i visitatori avranno la possibilità di vedere la preview del nuovo progetto di Archiproducts Milano 2021 realizzato in collaborazione con Studio Salaris. 

Gli studi che partecipano ai Project Days sono:

Studio Salaris

Filippo Chiesa Ricotti | GruppoTre

Stefano Manzini | Progetto DogMa

Luca Donzelli

Andrea Benedetti | Panificio Architecture Workshop 

Mariana Martini

Caterina Pilar Palumbo

Roberto Di Stefano | Studio CR34

Claudia Baldi | matstudio

Matteo Martini | Atelier M

Visioninterne

Ippolita Curto | Alima Studio 

Paolo Didonè

Studio Delrosso

Sofia Sarzano

Studio MABB

Houseaporter

Carlotta Berta | un progetto 

FORO Studio

AHPS – Home Personal Shopper

Partner dell’iniziativa: Pinterest, IED, UNA PRHub, Miro Comunicazione.

La partecipazione è gratuita e su prenotazione o appuntamento.

S’mesh e lo shooting Diemmebi ad Archiproducts Milano

Diemmebi sceglie via Tortona 31 come location per lo shooting dedicato a S’mesh

“Un filo d’acciaio si piega, intraprende un viaggio, crea uno spazio tridimensionale, un vuoto da riempire ad ogni meta del viaggio si arricchisce, accoglie altro in un abbraccio e diventa seduta. Non si ferma, altri obiettivi lo attendono. E’ una rete che si allarga e raggiunge luoghi molto lontani tra loro.” E’ la storia di S’mesh, la meeting chair protagonista dello shooting Diemmebi ad Archiproducts Milano, disegnata da Basaglia e Rota Nodari.

S’mesh è una sedia leggera e versatile, utilizzata quotidianamente in via Tortona 31 per workshop e press day sia per il comfort della seduta e sia per la capacità di inserirsi con discrezione in ogni ambiente. Il design minimal del prodotto e il suo carattere innovativo le è valsa la selezione agli Adi Design Index nel 2016.

Realizzata con uno schienale fatto di curve e controcurve che mantengono in tensione il tessuto, S’mesh si adatta in maniera ergonomica alla schiena di chi la utilizza. Si monta e si smonta senza l’impiego di viti e offre infinite possibilità di personalizzazione, come dimostrato dal Non. Concorso “Dress your Chair” organizzato presso la Fondazione Castiglioni.

In questi scatti, la rete dello schienale è stata personalizzata da Viganò.

I cocktail prêt-à-porter di NIO ad Archiproducts Milano

Lo shooting dei cocktail NIO in via Tortona 31

Bere un perfetto Negroni o un fresco Margarita in ogni luogo e occasione. E’ l’idea alla base di NIO, l’azienda fondata da quattro giovani imprenditori italiani che hanno deciso di stravolgere le abitudini di consumo di alcolici con cocktail artigianali di altissima qualità in un pack innovativo. Tra i partner dell’ADA Night 2019, NIO unisce l’arte di un master mixologist come Patrick Pistolesi all’utilizzo dei migliori spirits: il risultato sono cocktail pronti da versare in un bicchiere colmo di ghiaccio, per averli con sè ovunque e in ogni momento.

1 2 3 8 9


Vuoi visitare il building, organizzare un evento o parlarci del tuo progetto?

Chiamaci
SCRIVICI
prenota un appuntamento


Oppure compila il form e ti ricontatteremo il prima possibile

    * Questi campi sono obbligatori.
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

    Resta aggiornato su eventi, nuovi arrivi e promozioni.

    About

    Archiproducts.com® is a registered trademark of Edilportale.com S.p.A. 
    VAT no. IT05611580720
    ROC 21492 | REA BA 429007 

    Legal

    Contattaci

    Via Tortona 31
    Lunedì – Venerdì
    9:00 – 13:00
    14:00 – 18:00

    Seguici sui social


    Copyright 2021 – Archiproducts Milano